Sicurezza a Su Pallosu: dobbiamo aspettare il morto sulla strada?

Per la prima volta viene rivolta un’Interrogazione al Sindaco da semplici cittadini.

Si tratta di una facoltà prevista da tanti Statuti Comunali (Testo fondamentale che stabilisce le linee guida del Comune) in Italia, mai utilizzata.

Una novità assoluta, per prassi infatti la possibilità di rivolgere Interrogazioni agli Amministratori era riservata ai soli eletti nei consigli comunali.

A fare da pioniere è l’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu e il tema sollevato è quello della sicurezza stradale, nella piccola borgata marina di Su Pallosu, conosciuta oggi in tutto il mondo per l’Oasi Felina, che recentemente ha ricevuto il Certificato di Eccellenza dal portale turistico Tripadvisor. Destinatario dell’interrogazione è il primo cittadino di San Vero Milis, esattamente ad un anno dalla sua elezione.

L’art 58 dello Statuto Comunale di San Vero Milis attribuisce infatti “a cittadini, le associazioni, i comitati ed i soggetti collettivi in genere, di rivolgere al sindaco interrogazioni con le quali si chiedono ragioni su specifici aspetti dell’attività dell’amministrazione”.

marcellino
Tutti lo sanno, su questa strada ci sono veri e propri pirati e i primi a rischiare sono i bambini come dimostra anche questo commento su facebook.

Il testo ripercorre tutte le richieste, petizioni inviate in ben sei anni ad enti ed istituzioni e chiede di sapere e quando, saranno messi i rallentatori sulla strada e altri accorgimento per la tutela di cittadini, bambini turisti, pedoni, ciclisti e animali. Speriamo che non si debba attendere la disgrazia, sfiorata più volte con investimenti mancati di un soffio per bimbi e ciclisti, per far muovere gli amministratori.

dossi4Una vicenda grottesca quella di Su Pallosu, piccola borgata marina di 6 abitanti, dove per la messa in sicurezza di una strada: mettere due cartelli, un limite di velocità e una serie di dossi rallentatori, si aspetta ormai da più di sei anni.

Un caso simbolo di abbandono di una periferia e di ostacoli immotivati a quello che dovrebbe essere un diritto di tutti abitanti, la sicurezza di un centro abitato.

Il sindaco entro 30 giorni, sempre secondo lo Statuto Comunale, dovrà dare risposta, ma l’auspicio dei cittadini di Su Pallosu è che a parlare siano i fatti, con l’installazione dei dossi-rallentatori sull’asfalto.

Siamo fiduciosi che quanto richiesto ossa e debba essere finalmente realizzato.

Ecco qui di seguito il testo integrale dell’interrogazione presentata il primo giugno 2016.

luigi2
Il Sindaco e gli amministratori di San Vero Milis all’Oasi Felina di Su Pallosu l’8 luglio 2015.

Al Sindaco di San Vero Milis

Oggetto: Interrogazione, ai sensi dell’Art.58 dello Statuto Comunale di San Vero Milis su messa in sicurezza strada nella borgata marina di Su Pallosu

L’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu, con sede in Su Pallosu, San Vero Milis, in via Ziu Triagus 12, regolarmente registrata presso l’Agenzia delle Entrate di Oristano, legalmente rappresentata dal Presidente Andrea Atzori, residente in Su Pallosu, San Vero Milis, in via Ziu Triagus 12;

Premesso che:

lo Statuto Comunale di San Vero Milis

(Legge 8 giugno 1990 n. 142) ;

Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 59 del 26.09.91 e n. 82

del 20.12.91;

Approvato dal Comitato Regionale di Controllo con atto n. 01776/04/91 e

n. 1264/4/91 del 21.01.1992

attribuisce

all’art.58 la facoltà a cittadini, le associazioni, i comitati ed i soggetti collettivi in genere di rivolgere al sindaco interrogazioni con le quali si chiedono ragioni su specifici aspetti dell’attività dell’amministrazione”, presenta il seguente atto formale d‘Interrogazione.

Si ricorda, ai sensi dell’Art.58 dello Statuto che “La. risposta all’interrogazione viene fornita entro il termine massimo di 30 giorni dal sindaco, o dal segretario, o dal dipendente responsabile a seconda della natura politica o gestionale dell’aspetto sollevato. “

attra
Cartello ufficiale, comune di Montisola, frazione di Sensole

INTERROGAZIONE

Preso atto che la richiesta della messa in sicurezza della strada della borgata comunale di Su Pallosu, appartenente a questo comune, da parte dei suoi residenti, abitanti e turisti è da tempo all’attenzione delle pubbliche amministrazioni, senza però mai aver ricevuto fin ora adeguata soluzione;

Considerato che:

numerosissime sono state in tal senso le richieste formali e petizioni sottoscritte dai residenti, abitanti della borgata inoltrate e protocollate a questa pubblica amministrazione, che non hanno mai avuto formale risposta, tra queste:

-lettera 21 dicembre 2010;

-lettera 31 marzo 2012 residenti e abitanti;

-lettera 10 settembre 2013;

-lettera 12 marzo 2015;

In queste missive veniva sottolineato a chiare lettere che:

-nella strada che porta all’ingresso della Colonia, via Ziu Triagus di Su Pallosu, dall’altezza dell’Hotel sino a Punta Tonnara alcuni “automobilisti”, “pirati della strada” non rispettano il limite esistente dei 50 Km orari e sfrecciano anche a velocità stimabili in oltre i 100 Km orari;

-numerosi incidenti stradali si sono già verificati nella via citata ed esiste una permanente grave ed oggettiva situazione di pericolo per gli abitanti di Su Pallosu, passanti, pedoni, ciclisti, bambini, turistici;

Evidenziato che:

  • sempre sullo stesso argomento e con analogo contenuto il Consiglio Provinciale di Oristano aveva approvato all’unanimità la delibera n.26 del 23 giugno 2011 e che la stessa è ancora oggi inapplicata in quanto era stata bloccata, secondo l’allora Assessore Provinciale Ai Lavori Pubblici Gianni Pia, per il parere contrario del precedente Sindaco di San Vero Milis, espresso formalmente in sue missive alla Provincia del 18/01/2012 e 27/072012, rese note nel Consiglio Provinciale, seduta del 3/092012) ;provincia1

  • in data 4/10/12 l’allora minoranza del comune di San Vero Milis a prima firma del capogruppo Ivo Serafino Fenu aveva presentato e votato favorevolmente una mozione al Consiglio Comunale di San Vero Miis includeva la messa in sicurezza della strada di Su Pallosu, ove fra le altre cose si richiedeva:

  • installazione immediata di dissuasori di velocità ;

all’installazione di apposita segnaletica indicatoria, turistica e di pericolo anche attraverso l’apposizione di tre cartelli triangolari con disegno del gatto, così come realizzato da numerose amministrazioni locali (esattamente così come già previsto dalla Delibera approvata unanimemente dal Consiglio Provinciale di Oristano del n. 26 del 23 giugno 2011);

all’apposizione del limite di velocità di 20 Km/h per il tratto di strada compreso tra l’Hotel Su Pallosu e Punta Tonnara;

alla realizzazione di triplice attraversamento Pedonale, attraverso le strisce bianche, nella via Ziu Triagus di Su Pallosu; (atto bocciato dalla maggioranza del precedente consiglio comunale nella stessa seduta del 4/10/2012);

-Prima dello svolgimento delle ultime elezioni comunali del 2015, il 13 Aprile 2015, la nostra Associazione ha pubblicamente rivolto un appello programmatico per la Marina a tutti i futuri Candidato Sindaco di San Vero, ove era inclusa tra gli altri anche il tema in oggetto e in particolare la :

-Messa in sicurezza della strada di Su Pallosu, da ingresso borgata, sino a Punta Tonnara: realizzazione di tre attraversamenti pedonali rialzati, limite del 20 Km/orari, segnalazione di fine strada, indicazione di cartelli stradali per Oasi Felina Su Pallosu;

-dopo lo scioglimento della Provincia di Oristano la nostra Associazione in data 6/06/2015 ha rinnovato la sua richiesta di esecuzione della citata Delibera n.26 del 23/06/2011 approvata all’unanimità dael Consiglio Provinciale di Oristano, all’Amministratore Straordinario della stessa Massimo Torrente, e anche tale nuovo sollecito è rimasto inascoltato sino alla data odierna;

Considerato che è trascorso un anno da quando questa Amministrazione è entrata in carica senza che al momento nessun atto concreto sia stato assunto in merito al tema in oggetto;

Preso atto che :

a)che nella via Ziu Triagus di Su Pallosu-centro urbano a tutti gli effetti, dall’ex Hotel sino a Punta Tonnara è abitata durante tutto l’anno da più famiglie residenti, esiste un oggettivo pericolo per la sicurezza delle persone;

b)che nel tratto stradale si trova l’ingresso pedonale dell’Oasi Felina di Su Pallosu, il quale è oggetto durante il corso di tutto l’anno di visite turistiche anche con bus, con presenza di famiglie, scolaresche, associazioni, la cifra dei visitatori nell’ultimo anno è stata di oltre tremila persone ;

c)la stessa Oasi ha ricevuto nel 2016 il Certificato di Eccellenza come Attrazione Turistica dal Portale di viaggi e Turismo Tripadvisor e secondo lo stesso noto portale è la Prima Attrazione di questo Comune, della Provincia di Oristano ed è collocata alla data odierna al settimo posto della graduatori delle attrazioni della Regione Sardegna;

d)Nel tratto sopra citato, data la conformazione della strada e della cunetta non sono presenti aree parcheggio e le autovetture sono parcheggiate esclusivamente lungo la strada, lato destro direzione Punta Tonnara, riducendo così il lato della carreggiata al doppiosenso di circolazione, non sono presenti attraversamenti pedonali, il marciapiede e la cunetta sono occupati da erbacce, tranne quando sono rimossi dagli stessi residenti ;

d)Nel tratto di strada di via Ziu Triagus esiste un’Oasi Felina Privata ove sono presenti 37 gatti liberi, schedati, microchippati, sterilizzati e vaccinati, registrati all’anagrafe felina regionale e nazionale;

e)l’attuale vigente limite dei 50 Km/h non garantisce una sufficiente sicurezza per le persone residenti e/o i pedoni e segnaletica è insufficiente;

Confermata la necessità e urgenza inderogabile di provvedere alla concreta messa in sicurezza per persone, cose e animali della strada di Su Pallosu attraverso i seguenti provvedimenti:

-la riduzione del limite massimo di velocità ad almeno 20 Km/h ;

  • collocazione di adeguata segnaletica orizzontale e verticale che preveda oltre alla segnalazione del nuovo limite anche la scritta a caratteri cubitali sull’asfalto “RALLENTARE” ;

  • apposizione di apposito di cartello triangolare di pericolo, riportante la scritta “attraversamento gatti” e di segnale luminoso lampeggiante di pericolo, così come già da tempo formalmente utilizzato, ai sensi del codice della strada, nei comuni di Torino (via Zino Zini), Monte Isola (frazione Sensole);

  • la segnalazione di cartello con indicazione di strada chiusa(si rammenta che la via Ziu Triagus è una strada asfaltata chiusa che termina 200 metri dopo l’ingresso di Su Pallosu );

  • tre attraversamenti pedonali rialzati con relativi dossi-rallentatori e relativi attraversamenti pedonali semplici sulla stessa via;

  • segnali turistici, ai sensi dell’art.39 del Codice della Strada, indicante Oasi Felina ;

-indicatore di velocità digitale fisso (analogo a quella esistente all’ingresso del comune di Riola Sardo/Baratili);

Per Sapere

se e soprattutto quando, intende mettere concretamente in sicurezza la strada di Su Pallosu.

Con Osservanza.

Il Presidente

Associazione Culturale Amici di Su Pallosu

(Andrea Atzori)

Su Pallosu 1 giugno 2016

torino1
Cartello ufficiale installato dall’amministrazione comunale di Torino in prossimità della Colonia Felina di via Zino Zini.

 

Check Also

Giapponesi in visita oggi all’Oasi sarda

Una coppia di giapponesi, accompagnati da una guida turistica-interprete, questa mattina ha fatto visita all’Oasi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *