Ventimila "Amici dei gatti di Su Pallosu": nuovo record d'iscritti per il gruppo facebook sardo

Quando uno apre un gruppo o una pagina su facebook c’è sempre il timore che non sfondi. Era il lontano 2010 e quando nei primi momenti leggevano 1-2 iscritti, certo non avremmo mai immaginato di arrivare dove siamo arrivati.ventimila

Cliccando qui vai direttamente al Gruppo Facebook “Amici dei Gatti di Su Pallosu”

Se poi come nel nostro caso abiti in una frazione di appena 6 abitanti non avremmo mai scommesso di riscuotere l’interesse che abbiamo avuto.

A ormai sei anni di distanza siamo arrivati alla ragguardevole quota di 20.000 (ventimila) iscritti.Una cifra incredibilmente grande, enorme, che la dice tutta sulla nostra e vostra forza e generosità.

azizaIn questi anni il gruppo Facebook  “Amici dei gatti di Su Pallosu” ha informato, lottato, difeso i gatti di Su Pallosu e non solo. Abbiamo strenuamente agito per la permanenza di una colonia storica e amata dai cittadini, messa in discussione da trame segrete affondate assieme ai pochi che le avevano ordite. Grazie a questo gruppo abbiamo fatto conoscere la nostra realtà, avviato campagne di sensibilizzazione e promozione dei diritti animali: per il riconoscimento di tutte le colonie feline italiane e per la promozione della sterilizzazione, senza se e senza ma, quale unico strumento di prevenzione di stragi e abbandoni di gatti.

Il nostro era ed è un gruppo facebook aperto a tutti gli amanti dei gatti, ai gattari responsabili e qui hanno trovato e trovano quotidianamente spazio scambi d’informazioni, pareri su ogni tematica attinente la difesa dei diritti dei felini e degli animali in genere. Attraverso questo gruppo facebook inoltre tanti gattini abbandonati in Sardegna e in continente, non solo a Su Pallosu, hanno trovato una casa e una famiglia che li ama. Condivisioni di post che sono state utili e realmente efficaci, segno di grande attenzione, interesse e amore per gli animali di chi è iscritto e frequenta il gruppo facebook.

Dal gruppo facebook, siamo arrivati in questi anni successivamente alla pagina facebook (che va verso quota 8.000 fans), al blog e poi nel febbraio 2015 al sito internet http://gattisupallosu.org

drone-percorsoIn quella che è una vera e proprio vetrina, con netiquette e regole, anche i nostri visitatori che in questi anni sono venuti a trovare gatti e gattari, a migliaia, hanno postato le loro foto con i gatti di Su Pallosu per condividere con tutti la nostra e la loro esperienza di viaggio cultura e conoscenza. E se oggi la colonia felina di Su Pallosu-con il suo percorso culturale-didattico, la Mostra Storica, la Casa Museo Gianni Atzori, è tra le prime venti attrazioni turistiche dell’intera Sardegna, secondo il Portale di Viaggi e Turismo Tripadvisor, è proprio grazie anche a questo gruppo Facebook.

Oggi i gatti di Su Pallosu son conosciuti in tutta Italia e non solo; hanno contribuito a far crescere sia sensibilità e attenzione per le problematiche relative alle colonie feline, alla tutela degli animali, ma anche a far crescere l’economia della Sardegna attraverso il piccolo ma costante indotto legato alla presenza dei “turisti felini”.

IMG_3491
Visitatori all’Oasi Felina di Su Pallosu, sito collocato tra le prime venti attrazioni turistiche dell’intera Sardegna secondo il portale internazionale dei viaggi Tripadvisor

Siamo e saremo con il vostro aiuto sempre in prima fila nella difesa dei diritti dei gatti da ogni sopruso e abuso. Senza alcuna paura o timore reverenziale continueremo a denunciare ogni nefandezze di privati e pubbliche amministrazioni. Ricordiamoci che i diritti animali non sono un optional o un regalo, ma vanno difesi giorno per giorno in ogni realtà, per questo tutti, tutti, devono impegnarsi nel proprio territorio mettendoci la faccia, ognuno per quello che può.

GRAZIE mille, anzi GRAZIE VENTIMILA ! 🙂

Andrea Atzori e Irina Albu-Associazione Culturale Amici di Su Pallosu

unione1
Quotidiano L’Unione Sarda 28 novembre 2015

Check Also

Da Sassari arrivano le creazioni miciose per aiutare i Gatti di Su Pallosu

L'Arte diventa solidarietà miciosa. Una marea di cre...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *