Multa di 500 euro per un gatto abbandonato a Su Pallosu

Abbandonare un animale è sempre un crimine, ovunque venga commesso e la legge lo punisce.La sterilizzazione è l’unico strumento di prevenzione degli abbandoni.Per la quinta volta una nostra denuncia alle forze dell’ordine è andata a segno e siamo riusciti a far condannare dal Tribunale di Oristano una persona che ha abbandonato furtivamente un micio a Su Pallosu, davanti all’ingresso dell’abitazione dei gattari dell’Oasi Privata ed poi è andato via, come se nulla fosse.L’uomo non era però sfuggito alla vigilanza volontaria dei gattari, era stato fotografato, denunciato e successivamente identificato da vigili urbani e polizia giudiziaria.La condanna porta la firma del giudice Silvia Palmas del Tribunale di Oristano.

Ne ha dato ampiamente notizia e lo abbiamo appreso da qui, il quotidiano La Nuova Sardegna. All’abbandonante-colui che ha mollato l’animale sfidando la legge- stavolta è andata pure “bene”: la multa è stata “solo” di 500 euro, nonostante la condanna inflitta sia stata a 1.000 euro (sanzione minima), poichè il pagamento è stato immediato.Ricordiamo che la pena massima prevista dall’art.727  è sino a 10.000 euro, con condanna ad un anno di reclusione, per l’abbandono di un animale. Le pene dell’arresto e ammenda sono alternative: la scelta è lasciata alla discrezionalità del Giudice.

multa
La Nuova Sardegna 17 febbraio 2016

L’Oasi di Su Pallosu non prende gatti per nessun motivo, non ha mai avuto alcun sostegno pubblico; l’intera area di Su Pallosu è sorvegliata 24 ore su 24, effettuiamo quotidianamente ronde notturne ed è vigilata da volontari proprio per impedire l’abbandono di animali. Chiunque viene sorpreso ad abbandonare animali viene sempre denunciato ai sensi dell’art.727 codice penale.

ster0
Campagna nazionale per la sterilizzazione, da facebook

L’Oasi Felina di Su Pallosu è proprietà, residenza Privata della famiglia Atzori, che qui vive e abita tutto l’anno. I gatti di Su Pallosu sono di proprietà, tutti microchippati, appartengono all’Associazione Amici di Su Pallosu, fondata dai gattari Andrea Atzori e Irina Albu.abb

CASO A LIETO FINE, MA QUASI SEMPRE L’ABBANDONO E’ MORTE

Questo caso- il fatto è del 22 giugno scorso, la condanna di questi giorni- è finito bene, perché siamo riusciti far rispettare la legalità e perché con fatica e sofferenza siamo riusciti a prenderlo, a salvare la salute del gatto e a fargli trovare una famiglia.

Spesso però siamo stati testimoni di altri abbandoni, tanti, troppi, terminati- da noi a Su Pallosu, come ovunque- con la morte del gatto abbandonato e anche di casi ove mici mollati hanno causato gravi problemi sanitari ad altri gatti dell’Oasi.Protagonisti in questi altri casi, pessimi proprietari animali rimasti ignoti.

Ringraziamo i vigili urbani di San Vero Milis, la polizia giudiziaria e il giudice che comminato questo decreto di condanna.

max
Quotidiano L’Unione Sarda del 23 Febbraio 2016

LE CIFRE DELLA  STRAGE DEGLI ABBANDONI A SU PALLOSU:

30 MORTI IN 8 ANNI

Numerosi criminali abbandonano ogni anno in maniera vigliacca, decine di gatti da noi a Su Pallosu;  in media venti l’anno, dagli ultimi 8 anni a questa parte.

Complessivamente stimiamo in circa 30 il numero dei gatti morti in seguito all’abbandono avvenuto qui a Su Pallosu. Un fenomeno di ampie dimensioni, una vera e proprio strage felina, causata direttamente da chi abbandona, sempre dal 2008 a oggi.Diamo queste cifre anche per evidenziare che l’abbandono è sempre un maltrattamento, sofferenza qui a Su Pallosu come in ogni luogo.

In tutti i casi gli abbandonanti, quelli che mollano e scappano, sono proprietari di animali, di Oristano o paesi limitrofi, che per una serie di ragioni non sterilizzano il proprio animale e pensavano bene di abbandonare le loro cucciolate per poi darsela a gambe.

grafica abb
In questa scatola di cartone sigillata sotto la grafica sono stati abbandonati a Su Pallosu davanti alla casa dei gattari Andrea e Irina 5 gattini

Con grande fatica, togliendo risorse, attenzioni e tempo agli altri gatti di Su Pallosu,  grazie al nostro impegno e all’aiuto del nostro gruppo facebook, riusciamo a trovare adozione per una parte di questi gatti abbandonati, che solo grazie a noi qualche volta scampano la morte. In tutti questi anni (dal 2008 a oggi) complessivamente siamo riusciti a trovare casa e famiglia a circa un 80 di gatti in Sardegna e anche in continente.Ogni adozione avviene con preaffido  e impegno alla sterilizzazione.

Per evitare che irresponsabili continuino a mollare i propri gatti, ad ucciderli e a farli uccidere occorre sempre denunciarli e promuovere la sterilizzazione.

APPELLO A CHI AMA GLI ANIMALI: DENUNCIATE CHI ABBANDONA E PROMUOVETE LA STERILIZZAZIONE

L’abbandono è sofferenza, morte per il gatto abbandonato e pure per gli altri gatti presenti nel luogo abbandono.Non esiste un abbandono “migliore” o “meno peggio”.

L’abbandono è sempre un atto barbaro, un maltrattamento, una violenza di un pessimo proprietario di animali che non sterilizza il suo e quando arriva la cucciolata strappa il piccolo dalla sua madre e lo molla in un territorio estraneo, dandosi a gambe levate.E’ un’azione illegale, oltre che eticamente immorale e disdicevole.

Per questo ci rivolgiamo a tutti gli amanti degli animali- in ogni parte d’Italia (e anche in Sardegna ovviamente) affinché promuovano sempre la sterilizzazione per i loro gatti di proprietà e la sterilizzazione dei gatti delle colonie feline riconosciute da comuni e Asl, che lo ricordiamo è gratuita per legge.Ogni qual volta siate a conoscenza di un abbandono e ne siate testimoni denunciatelo ai vigili urbani di quel territorio.Prendete tutti i dettagli dell’abbandono data, orario, luogo, fotografate/filmate il “protagonista”, il suo autoveicolo e consegnate tutte le prove del crimine alle forze dell’ordine.Repressione e prevenzione sono requisiti necessaria per la dura battaglia contro gli abbandoni di animali. Il senso civico è fondamentale per il rispetto dei diritti animali e della legalità.

ster
Campagna nazionale per la sterilizzazione, da facebook

Essere proprietari di un animale è una responsabilità per questo la sterilizzazione è un atto d’amore e va fatta e promossa senza se e senza ma.Occorre spezzare l’omertà che fino ad oggi ha protetto questi pessimi proprietari di animali che non sterilizzano, responsabili unici del randagismo di cani e gatti.Chi abbandona è un insospettabile che smascherato e fatto punire, così come giustamente prevede il codice penale, all’art.727.

Puoi leggere il testo INTEGRALE dell’Articolo sulla Condanna del Tribunale di Oristano per abbandono di un gatto a Su Pallosu, giornalista Claudio Zoccheddu, dal quotidiano La Nuova Sardegna cliccando QUI !

 manifesto1

Check Also

In centinaia per la Festa del Gatto a Su Pallosu

Centinaia di persone oggi all’Oasi Felina di Su Pallosu. Più richieste di riconoscimento per avere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *