Il Sindaco risponde ai cittadini: "Più luci e bonifica nella Marina"

60.000 euro  chiesti alla Regione per rimuovere i detriti in cemento dalla spiaggia; potenziare con un progetto globale l’illuminazione pubblica in tutta la Marina di San Vero Milis, in particolare a Sa Rocca Tunda.

Queste alcune delle principali novità emerse ed annunciate nella risposta data nei giorni scorsi dal sindaco Luigi Tedeschi  in consiglio comunale, all’Interrogazione presentata dai cittadini di Su Pallosu.In questo post potete leggere e scaricare in esclusiva cosa ha risposto il primo cittadino ai 4 abitanti della piccola borgata marina sanverese alle richieste di potenziamento dell’illuminazione pubblica e di bonificare la spiaggia da una decine di enormi tubi in cemento.

SAN VERO: CONSIGLIO COMUNALE SENZA OPPOSIZIONE

A San Vero ricordiamo,  non è presente alcuna opposizione in consiglio comunale in quanto venne presentata alle elezioni amministrative una sola lista di candidati, unico confronto pubblico e per certi versi originale e singolare, è quello che vede un confronto a distanza tra semplici cittadini e amministratori, attraverso le interrogazioni scritte e le risposte date in consiglio comunale.

Gli Statuti Comunali di quasi tutti gli enti locali in Italia offrono questa possibilità ai cittadini, ovvero la facoltà d’interrogare i loro amministratori, con obbligo di risposta degli stessi.Di norma nella stragrande maggioranza dei comuni esistono degli eletti di opposizione che esercitano un controllo amministrativo diretto, nei pochi comuni senza opposizione i cittadini, per mancata conoscenza, pigrizia o altro, non esercitano questo diritto all’interrogazione-petizione.

San Vero costituisce una piccola eccezione a livello nazionale, qui i cittadini infatti in questa consiliatura, ormai con regolarità, scrivono e si vedono rispondere dal  sindaco.

luigi
Il Sindaco di San Vero Milis Luigi Tedeschi

PUNTO PANORAMICO DI PUNTA TONNARA

A meno di 24 ore dalla risposta data nell’assemblea civica all’interrogazione, un primo segno tangibile è stato quello della avvenuta rimozione del vecchio guard rail arrugginito, presente da tempo nell’ultima curva di Punta Tonnara a Su Pallosu.

caria2Dopo essere stato smontati dagli operai comunali quelli che ormai erano diventati veri e propri ferri vecchi, sono stati caricati in un camion e finiti all’ecocentro del comune.In un pomeriggio con fredde raffiche di vento polare in tre si son fatti carico di portare via i rifuti ferrosi.

pdf2png
Interrogazione dei cittadini al Sindaco

Tre erano infatti le problematiche e i casi sollevati, (qui sopra il testo completo dell’interrogazione) con precisi suggerimenti, nell’ambito dei principi di Turismo e Decoro, ai quali si era richiamato il programma amministrativo della lista di candidati eletti.Tra queste proposte presenti nell’interrogazione, figurava anche la rimozione del relitto, tutto ruggine di Punta Tonnara, conosciuto da tutti come un vero pugno nell’occhio al panorama costiero.

pdf
Scarica qui la risposta del Sindaco

Qui sopra la risposta all’interrogazione  comunicata nella seduta del consiglio comunale del 16 gennaio 2017, nel suo testo integrale.

cariaLa rimozione del guard rail, è stato il primo passo verso la creazione di un vero e proprio punto panoramico a fini turistici,  attraverso un progetto complessivo che preveda la posa  di una staccionata in legno, il livellamento della cunetta con il fondo stradale attraverso ghiaia e  l’installazione di una  passerella-pedana in legno per la discesa a mare, esattamente come quelle presenti da tempo a Sa Mesa Longa, Putzu Idu e Sa Rocca Tunda.

Interventi questi divenuti urgenti ancor più dopo la rimozione per la preservazione delle dune e spiaggia dalla possibile invasione di fuoristrada e macchine.risposta2

BONIFICA E RIMOZIONE DETRITI DA LITORALE

I tecnici hanno fatto un sopralluogo, relazionato e permesso all’amministrazione di inviare alla Regione una richiesta di finanziamento per eliminare da spiaggia e bagnasciuga una decina di enormi tubi in cemento (le vecchie fosse settiche dismesse e rimaste dove erano), resti dell’abbattimento del villaggio di capanne, avvenuto oltre 40 anni fa.

2

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Le novità positive dovrebbero riguardare intero paese, tutta la Marina e anche la stessa Su Pallosu con l’arrivo di nuovi lampioni.Ma particolari benefici-secondo quanto annunciato dall’amministrazione- dovrebbero arrivare per la borgata marina di Sa Rocca Tunda.

lampione
Uno degli attuali 5, insufficienti, lampioni di Su Pallosu

PARZIALE SODDISFAZIONE DEI CITTADINI

Continueremo ad incalzare l’amministrazione con proposte e suggerimenti e faremo il possibile per la realizzazione più tempestiva possibile degli interventi richiesti, in collaborazione oltre che con il Comune anche con gli altri enti competenti come Regione, Capitaneria e Forestale.

Servizi ai cittadini e decoro del territorio non sono un’optional, ma una necessità per una comunità che punta a promuovere il Turismo una delle sue principali risorse.

Del caso Su Pallosu si sono occupati anche i quotidiani La Nuova Sardegna e L’Unione Sarda,  qui sotto potete leggere alcuni articolo pubblicati in queste settimane.

nuova

teddie

risposta

nuova

Check Also

Gianfranco Casu all'Oasi di Su Pallosu

E’ uno dei fotografi freelance più conosciuti e apprezzati in Sardegna. Nel 2007 ha partecipato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *