"Gabbia" imposta per tutti i gatti della Marina di S.Vero: SIC privo di legittimità

"Gabbia" imposta per tutti i gatti della Marina di S.Vero: SIC privo di legittimità

 

NON SOLO COLONIE FELINE DEPORTATE, ORA ANCHE I GATTI “DI PROPRIETÀ” COSTRETTI AGLI “ARRESTI DOMICILIARI”. LAV E AMICI DI SU PALLOSU CHIEDONO LA REVOCA DEL PIANO DI GESTIONE SIC DEL COMUNE DI SAN VERO MILIS (ORISTANO): NON LEGITTIME LE SANZIONI CONTRO I PROPRIETARI PER IL MOVIMENTO DEI FELINI “FUORI PERTINENZA”

lav

Colonie feline “deportate” e gatti “di proprietà” agli “arresti domiciliari”: il Piano di Gestione del Sito d’Interesse Comunitario (SIC) Sa Salina Manna-Sa Marigosa, nel territorio del comune di San Vero Milis (Oristano) continua a far discutere e va revocato.

Dopo i vani tentativi di cattura e trasferimento della secolare colonia felina storica dei gatti marini di Su Pallosu, annullati perché ingiustificati, l’amministrazione comunale di San Vero il 26 marzo scorso ha alzato il tiro, coinvolgendo tutte le colonie feline della Marina e persino i gatti “di proprietà”.

Lo segnalano la LAV e l’Associazione Amici di Su Pallosu in una lettera di ventuno pagine, accompagnata da un parere del dottor Enrico Moriconi (medico veterinario e perito di Tribunale), inviata alla Regione Sardegna, con la quale chiedono la revoca del Piano di Gestione e del suo Regolamento, per una serie di profili di illegittimità.

Le ragioni addotte dal Piano per l’allontanamento di tutti i gatti dall’area SIC non sono supportate da alcuno studio e si pongono in contrasto con la normativa vigente. L’atto, lasciato in eredità dall’amministrazione locale uscente, prevede infatti un allontanamento indiscriminato di tutti i gatti liberi appartenenti alla decine di colonie feline della Marina di San Vero Milis (stimati in circa 500), oltre a una grave limitazione per tutti i gatti “di proprietà”, con tanto di minaccia sanzionatoria.

Si tratta di contenuti palesemente non legittimi, in contrasto con tutte le norme vigenti in materia di colonie feline e non solo. – sostengono LAV e Amici di Su PallosuIn particolare, voler limitare i movimenti di un gatto agli spazi di “pertinenza” del suo proprietario, così come incredibilmente previsto dall’art. 11 del Regolamento dello stesso Piano di Gestione, è ridicolo e privo di fondamento giuridico

art11 regolamento

L’art.11 del Regolamento SIC approvato dal comunedi San Vero che pretenderebbe limitare il movimento dei gatti agli “spazi di pertinenza degli stessi “e sanzionare i proprietari degli stessi.Il gatto di proprietà che salga sul tetto o su un albero non del suo proprietario – secondo la disposizione approvata dall’Amministrazione comunale di San Vero – potrebbe rendere multabile il proprietario dell’animale.

Ancora di più – proseguono le Associazioni – lo è la sanzione prevista per i proprietari che non rispettino la prescrizione “d’ingabbiare” di fatto il loro gatto. Il gatto di proprietà che salga sul tetto o su un albero non del suo proprietario – secondo la disposizione approvata dall’Amministrazione comunale di San Vero – potrebbe rendere multabile il proprietario dell’animale”.

La punibilità, oltre ad essere non legittima, se applicata, rischia di incrementare il già grave abbandono degli animali”, ammoniscono le Associazioni.

comadelia

Gatti soltanto “in casa o nelle pertinenze”.Il 9/4/2015 il Sindaco di San Vero Milis ha voluto rilasciare un apposito comunicato stampa per “spiegare” la “ratio” dell’Art.11 del Regolamento SIC che prevede la limitazione del movimento dei gatti e minaccia la sanzionabilità dei proprietari per le incursioni feline in “spazi non di pertinenza”.Questo nella foto è un estratto del comunicato stampa ufficiale del comune di San Vero.

LAV e Amici di Su Pallosu attendono un intervento diretto della Regione e auspicano una revisione del Piano da parte della nuova Amministrazione del comune di San Vero Milis, sottolineando che “la tutela dell’avifauna, alla base del provvedimento, può e deve essere compatibile con quella di gatti e colonie feline e possa concretizzarsi attraverso la sterilizzazione degli animali e il riconoscimento delle colonie feline, non certo attraverso provvedimenti coercitivi.

Roma-Su Pallosu 27 maggio 2015

lavsito

Dal Sito Ufficiale Nazionale della LAV “http://www.lav.it/news/su-pallosu-piano-gestione” ; il gatto nella foto è Lello di Su Pallosu

Comunicato Stampa sul sito ufficiale LAV

logo

3 commenti

  1. Marie-Jeanne de lange

    Certo che sono faticosi questi amministratori. Che gli è successo da piccoli? Nn ho dubbi che toccherà ingoiare, a loro, questa delibera, ma intanto fanno faticare gli altri. Teneteci al corrente. Intanto chiederei che stanzino una cifra x sterilizzazioni.

  2. maria pacifico

    MICI LIBERI, GIOIA PER GLI OCCHI E PER LO SPIRITO!

  3. Emilia Pieroni

    Ma i signori del comune non hanno altro da fare,che rompere le palle ai gatti?Sarebbe ora di smetterla e saremo tutti più sereni.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*